La prima volta nel culo non si scorda mai

La prima volta nel culo non si scorda mai

Il culo per noi ragazze è da sempre fonte di gioia che però passa dal dolore della prima volta. Ho avuto diversi ragazzi e tutti hanno provato ad averlo, ma poi il dolore prendeva il sopravvento e non finivamo mai. Parlando con una mia amica, Francesca, lei mi disse che era già aperta (in tutti i sensi) e che il suo ragazzo aveva un metodo infallibile, così un giorno lo incontrai e lui prese il discorso, io ero allo stesso tempo imbarazzata e incuriosita, lui mi disse di andare a casa sua nel pomeriggio e così feci. Questo è il racconto della mia prima esperienza di sesso anale

Sesso anale per la prima volta con il ragazzo della mia amica

Suonai alla porta e Marco mi aprì e mi fece accomodare, era in accappatoio io sedetti sul divano e lui mi si parò davanti.

“Bene! Quindi Sara ti ha detto del mio metodo per agevolare l’apertura del buco del culo alle ragazze in difficoltà!”

“Beh si, se è un metodo indolore puoi parlarmene, sono incuriosita!”

“La pratica valle più della teoria” disse aprendosi l’accappatoio e mostrandomi l’uccello già mezzo duro che aveva tra le gambe “Ohhh ma è enorme!!” esclamai senza pensarci due volte, e senza rendermene conto, avevo la sua cappella sulle labbra, così istintivamente iniziai a succhiare e leccare con amore. Sentii l’asta indurirsi sempre di più e la cappella gonfiarsi nella mia bocca. Facevo fatica a tenerla in bocca, era davvero il più grosso uccello che avevo succhiato.

“Hai un cazzo davvero enorme e gustoso” dissi riprendendo fiato.

“Vedrai quando ti avrò aperta il culo potrai prendere tutti quelli che vorrai”

“Ma scherzi!! Non mi entrerà mai lo so, mi farà male e non lo farò entrare”

“Perché non conosci il mio metodo mia cara!!, ora spogliati nuda!” così feci anche se ero molto scettica che quel bigolo avrebbe violato il mio culetto.

Prima volta nel culo con un cazzo gigante

Mi fece mettere sul divano a cosce larghe e cominciò a leccarmi la passerà che era già fradicia di umori e bramosa di ricevere quel cazzo fantastico. La lingua scorreva veloce sulla figa e scendeva sul culo portando gli umori vischiosi sul buchetto, stavo impazzendo lo implorai di affondarmi il cazzo, ma lui beffardo sorrise e disse “Eh no mia cara sei qui per farti aprire il culo non ricordi?”

“Non credo ci riuscirai è troppo grande, ti prego sto morendo di voglia affondamelo dentro” dissi offrendomi oscenamente a cosce larghe. Lui si sedette sul divano disse “Vieni è il momento” mi fece mettere di schiena a lui con i piedi sul divano e le sue mani sotto le cosce a sorreggermi e puntò la sua grossa cappella sul buco del mio culetto… La sentivo calda e potevo sentirne la circonferenza ampiamente più grande del mio buchino. Iniziavo a sedermi sopra il suo grosso cazzo, ma come cercava di entrare il dolore prendeva il sopravvento, così puntavo i piedi e mi sollevavo.

“Credo che il tuo metodo non funzioni” dissi speranzosa che lo avrebbe infilato in figa che ormai era un lago caldo e avevo troppa voglia di scopare, ma lui non si scompose, sorrise e puntò di nuovo la cappella sul culo, io di schiena e lui seduto sul divano, iniziò a spingermi sul cazzo, ma come poggiai i piedi per fare leva e sollevarmi sentii le due mani sotto la cosce sollevarmele in alto… In quel momento capiii che non avrei potuto opporre resistenza, il mio corpo poggiava unicamente sul cazzo e il mio buco del culo… Sgranai gli occhi … Le sue mani sotto le cosce non fecerò più forza per sostenermi e il mio stesso peso mi fece calare sul cazzo dilaniandomi l’ano, sentiii la cappella gonfia farsi strada nel mio culetto, urlai per il dolore ma era inutile, l’asta proseguiva il suo cammino dentro me fino a quando sentii le sue palle morbide e gonfie di sperma che mi sbattevano addosso…

Sesso Anale estremo

Un po’ di dolore all’inizio, ma poi sesso anale in tutte le posizioni

Era incredibile, fino a pochi minuti prima non avevo mai fatto sesso anale, non avrei mai immaginato di poter farmi scopare nel culo da un pisello così grande. Dopo pochi minuti il dolore era passato, lasciando spazio al piacere più intenso che abbia provato in vita mia, ora sentivo solo il desiderio di sentire quella mazza stantuffarmi per bene. Anche lui era tremendamente eccitato, ho scoperto che è da quando si frequenta con Francesca che ha sempre voluto scoparmi: beh, anche il suo desiderio è stato realizzato e devo dire che ho molto apprezzato il suo entusiasmo e la sua voglia di scoparmi nel culo.

Per una buona mezz’ora ha continuato a scoparmi il culo in ogni posizione, con io che godevo ogni secondo di più: è vero, la prima volta nel culo fa male, ma con i giusti consigli diventa un’esperienza meravigliosa di puro piacere e lussuria. 

Dopo avermi messa sdraiata a pancia in giù, ha continuato a fottermi con voglia e passione, prima di sborrarmi copiosamente dentro al culo, sentivo tutta la sua sborra calda che mi riempiva l’ano, con il suo cazzo che rimaneva ancora durissimo nonostante il grande orgasmo. Dopo aver sfilato il suo grosso uccello dal mio ano dilatato, sentivo la sborra calda uscire e colare sulle mie cosce, ero così eccitata che con la mano me ne sono portata un po’ alla bocca per assaggiare il suo seme.

Ormai ero una donna a tutti gli effetti, pronta per il sesso anale, anche i miei amici de quel giorno notarono che la mia andatura era cambiata, sculettavo come tutte le donne che hanno il culo rotto e finalmente accogliente.

COMMENTI: 0